Questione di… stile!

Il primo passo risulta quasi obbligato… si parla di stile. Perché ogni qual volta decidete di ristrutturare, rimodernare o semplicemente acquistare un nuovo complemento d’arredo, la prima domanda che vi viene posta dagli addetti ai lavori è: “Su che stile siamo? Classico o moderno?”. Eh si, la prima grande catalogazione che viene fatta riguarda queste due grandi famiglie ma poi non immaginate neanche quante declinazioni possono esserci.

Ogni casa ha un proprio stile, anche quelle che apparentemente sembrano essere anonime, ed esso sta proprio in quel carattere riconoscibile che le è stato impresso da ogni elemento scelto dal gusto di chi poi le vive.

Non storcete subito il naso di fronte allo stile classico. Non va inteso per forza nell’accezione più tradizionale della sua definizione, non si compone soltanto degli elementi che riconducono la memoria alle case dei vostri nonni. Le nuove produzioni dal design rivisitato, anzi, possono offrirci oggi soluzioni interessanti. Poi non dimenticate che alla base di questo stile c’è il legno ed il legno è sempre un elemento sul quale poter scommettere tutto. Come derivazioni di questo stile possono essere considerate il country, l’arte povera, il rustico, il provenzale. Tutti indirizzati a chi ama la casa accogliente, calda, dal gusto retrò  fatto di pavimenti e pareti chiare e da complementi vintage di legno scuro, frutto delle più alte maestranze artigianali. Un consiglio è adottare questo stile se esso riesce a sposarsi bene con la localizzazione e la natura della nostra casa. Ecco, evitiamolo se viviamo in pieno centro a Milano, per capirci. A meno che non abbiate un lussuoso appartamento d’epoca, ovvio.

E poi c’è il moderno, un calderone pieno di roba in continua evoluzione. Lo stile della produzione contemporanea dal design innovativo, dai colori sgargianti, dal “laccato lucido”, dalle essenze più nuove, dai materiali più strani, dalle tecnologie sempre più funzionali. Lo stile che ad oggi attira i più, quello che più riesce a stare al passo con le tendenze del momento e che riesce a dare le soluzioni migliori ai problemi di interior. Quello che convenzionalmente sta bene addosso ad una coppia di novelli sposi che arredano la loro prima casa. Ma attenti… dire “moderno” non basta!

Urban, etnico, minimal, contemporaneo, total white, eccentrico. Una giungla di stili diversi dove scivolare nelle contaminazioni è un attimo! Per non parlare del vintage o dello shabby… ispirati al classico ma interpretati in chiave moderna.

E voi? Sapreste come classificare la vostra casa? A quale stile si avvicina di più? Oppure ora siete solo in una gran confusione? Non temete, anche se i vostri ambienti non sono il risultato di un disegno ragionato in ogni aspetto ma la risultante di accostamenti e accumuli fatti quasi casualmente negli anni, in realtà, uno stile alla base c’è sicuramente o al massimo si tratterà dell’unione e della combinazione di più stili e, finché riusciremo a non cadere nel pacchiano e nell’esagerazione, ricordiamoci che… contaminato è bello!

Sim

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...